“È sempre la ricerca a farmi innamorare della musica ogni giorno che mi tocca di vivere. La musica resta la dinamica della mia vita, il suo stesso respiro” – Mia Martini

BIOGRAFIA COMPLETA >
BIBLIOGRAFIA >


Voce italiana tra le più belle, scomparsa in circostanze mai del tutto chiarite, Domenica (Mimì) Rita Adriana Berté, in arte Mia Martini, nasce a Bagnara Calabra, in provincia di Reggio Calabria, il 20 settembre 1947, secondogenita di quattro figlie. Tra queste, c’è anche Loredana Berté, anche lei cantante italiana molto apprezzata. Difficile commentare quello che Mimì ha lasciato alla musica: interprete sensibile e straordinaria, anima tormentata alla continua ricerca di una dimensione umana e artistica autentica e priva di compromessi. E anche per questo emarginata e lasciata sola da quell’ambiente musicale di cui così tanto subì le luci mutevoli e le improvvise ombre. Senza peli sulla lingua, guidata dal proprio coerente sentire, ammirata per il suo talento autentico da tutti i più grandi della musica – Bennato, Tullio De Piscopo, Mango, Biagio Antonacci, Cocciante, De Gregori, Baglioni, le amiche Ornella Vanoni e Mina – è parte del più prezioso patrimonio della musica italiana. Si presentò sulla scena musicale inizialmente come Mimì Bertè e poi dimostrando di essere in netto anticipo sui suoi tempi con l’album d’esordio Oltre la collina. Alla fine degli anni Settanta cominciò l’ascesa come interprete di musica leggera, con brani che entreranno nel repertorio classico della canzone italiana: Piccolo uomo, Minuetto, Padre davvero, Almeno tu nell’universoGli uomini non cambiano… In trent’anni di carriera conquistò diversi riconoscimenti, tra cui la Targa Tenco e il Premio della Critica a Sanremo, istituito apposta per lei nel 1982. Quest’ultimo, dopo la scomparsa dell’artista il 12 maggio del 1995, prese il nome di Premio della Critica Mia Martini, ancora oggi il più ambito riconoscimento nel panorama musicale nazionale.


“Il segreto di una grande interprete non è avere una bella voce.
L’importante è capire esattamente il senso della gioia o del dolore che stai raccontando, perché nelle canzoni si interpreta sempre un’emozione o una qualsiasi specie d’amore per qualcosa e se non sai cosa vuol dire “soffrire” non puoi sapere cosa vuol dire “amare”.
Per cui è questo il segreto: il saper dire le cose sentendole” – Mia Martini

BIOGRAFIA COMPLETA >
BIBLIOGRAFIA >